sempreVerde.net

sempreVerde.net

Il nostro cuore è sempreVerde, anche su internet

sempreVerde.net RSS Feed
 
 
 
 

Asparagina - Asparagus

Originaria dell’africa e dell’asia,  comprende circa 300 specie di piante erbacee perenni, suffruticose, cespugliose o rampicanti, dotate di un rizoma sotterraneo dal quale si dipartono radici avventizie, dalle quali prendono origine dei cladodi (rami verdi appiattiti che assumono funzione fogliare). Le foglie vere, in realtà, si presentano sotto forma di squame o spine appuntite e, in alcune specie, pungenti dette fillodi.

Queste piante non sopportano l’aria eccessivamente calda e secca, soprattutto nel periodo invernale; questa condizione favorisce oltretutto l’insorgere di attacchi da parte del ragno rosso. Altri parassiti terribili sono gli afidi verdi e soprattutto i marciumi radicali causati dal terreno troppo compatto.

Moltiplicazione
In marzo-aprile gli Asparagus possono essere seminati in terrine sotto vetro o in piccoli vasi in serra (la temperatura non deve essere inferiore a 15°C) fino a un numero di 6-7 che andranno divisi in seguito. Di solito, la germinazione inizia dopo 20-30 giorni. Le piantine vanno trapiantate una volta raggiunta l’altezza di circa 10 cm (dopo circa tre mesi). Gli Asparagus possono essere moltiplicati anche per divisione dei rizomi in marzo-aprile, avendo cura di tenere le piante alla temperatura di circa 15 °C, per permettere all’apparato radicale di riprendersi nel giro di 3-4 settimane. Per procedere alla moltiplicazione per talea si utilizza la parte tenera di rami robusti e ben formati (tenendo presente che ogni porzione deve presentare almeno due-tre nodi). Le talee vengono messe a radicare in vasetti riempiti di sabbia, in gennaio-febbraio, in ambiente protetto e sotto campana di plastica.

Potatura
si devono recidere le fronde più vecchie con i cladodi ingialliti per stimolare la produzione di nuovi germogli

Concimazioni
si concimano ogni due settimane nel periodo vegetativo. Ogni uno-due anni, in primavera, vanno rinvasati. Se la pianta di A. sprengeri si secca, bisogna tagliarla del tutto a 2-3 cm dalla superficie del terreno; quindi mettere il vaso in un secchio d’acqua per qualche minuto (fino a che il terreno non si sia imbibito) e porlo in un luogo fresco fino a quando non spunteranno i nuovi germogli.

Caratteristiche:

  • temperatura invernale bassa (sopporta sino agli 0 gradi)
  • ambiente molto luminoso ma non sole diretto
  • innaffiature regolari, più abbondanti e frequenti nel periodo estivo

Leave a Reply

Categorie

Apri | Chiudi

Pagine

Apri | Chiudi

Ultimi articoli

 

Agosto 2008
L M M G V S D
    Set »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Meta